Giornate Fai di primavera a Cori - Scoprire Cori
1583
single,single-post,postid-1583,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-7.8,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 

Giornate Fai di primavera a Cori

Giornate Fai Primavera - Cori

24 Mar Giornate Fai di primavera a Cori

Tempio di Ercole, Complesso Monumentale di Sant’Oliva e Oratorio dell’Annunziata i monumenti aperti e visitabili con visite guidate a Cori, il 25 e 26 marzo per le Giornate Fai di primavera. E per chi ha fame, menù turistici con le specialità coresi.

Anche quest’anno il Comune di Cori, la Pro Loco Cori, il Museo della Città e del Territorio di Cori e le associazioni culturali Arcadia e Amici del Museo hanno aderito alle Giornate FAI di Primavera, tramite la Delegazione FAI Gaeta-Latina. Sabato 25 e domenica 26 Marzo, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, sono in programma visite guidate gratuite di alcuni luoghi privilegiati della Città d’Arte, tra le testimonianze monumentali del passato custodite nelle teche museali e le altre che compongono il ‘museo a cielo aperto’ in giro per il paese.

Il medievale Complesso Monumentale di Sant’Oliva, formato dalla Chiesa con la sua Cappella del SS. Crocifisso, edificata su un tempio pagano romano. Alle sue spalle il Chiostro loggiato e il Convento Agostiniano del Quattrocento, oggi sede del Museo. Il monumento nazionale Tempio di Ercole, eretto in stile dorico intorno alla metà del II secolo a.C. sull’acropoli dell’antica Cora, è uno dei più significativi esempi di architettura ellenistica del Lazio. L’Oratorio dell’Annunziata, altro monumento nazionale costruito nel XV secolo. 

Con partenza da piazza della Croce e da Piazza Signina, si potranno effettuare passeggiate tra i resti archeologici di maggiore antichità: le mura poligonali, l’area del foro (odierna via delle Colonne), il Ponte della Catena, il pantheon corano con il Tempio dei Dioscuri, Pozzo Dorico. Ad accompagnare i visitatori saranno gli Apprendisti Ciceroni, studenti del Liceo Artistico Statale di Latina, che avranno il compito di raccontare, ma anche di creare un’esperienza inclusiva e momenti di incontro e scambio tra generazioni e genti diverse.

I ragazzi potranno partecipare anche ai laboratori d’arte organizzati dagli alunni della scuola superiore pontina.

Per l’occasione presso i ristoranti e le trattorie locali, sarà possibile gustare menù turistici a base di tipicità enogastronomiche del territorio.

Infine i tesori di Cori sono stati scelti dal Fondo per l’Ambiente Italiano tra quelli delle 10 città d’Italia che fino a domenica promuoveranno sulle reti RAI la 25^ edizione dell’evento nazionale dedicato alla scoperta del patrimonio culturale del Bel Paese.