Passeggiando tra i vicoli - Scoprire Cori
Un'agile guida di Cori per zone, realizzata e illustrata a mano dall'intellettuale danese Jan Dybdhal, da anni gradito ospite a Cori
Guida Cori
867
page,page-id-867,page-child,parent-pageid-614,page-template,page-template-page_tags,page-template-page_tags-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-7.8,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 

Passeggiando tra i vicoli

Una piacevole passeggiata tra i vicoli e le principali attrazioni della città divisa per zone, in pdf, in italiano, inglese e danese. Questa guida di Cori è stata realizzata e donata al Comune di Cori dall’intellettuale Jan Dybdhal, cittadino danese di nascita ma da anni gradito ospite del paese.

 

Una passeggiata a Cori_Jan Dybdhal.ITA

A stroll in ancient Cori_Jan Dybdhal_UK

En spadseretur i det antikke Cori_Jan Dybdhal_DK

 

L’intellettuale danese Jan Dybdahl, innamorato della città d’arte pontina, illustra in quest’agile mini-guida le meraviglie di Cori viste e raccontate da un corese d’adozione.

La guida offre al visitatore informazioni semplici e chiare sulle bellezze paesaggistiche e artistiche di Cori, scritte con la semplicità e l’attendibilità di qualcuno che dal 2005 è solito trascorrere le sue vacanze in paese, informandosi sulla storia millenaria e apprezzandone le risorse monumentali, architettoniche e paesaggistiche, puntualmente descritte e illustrate a mano, in ciascuna delle quattro passeggiate proposte. La dovizia di particolari elencati evidenzia non solo un’acuta osservazione, ma anche un forte attaccamento tipico di chi, scoperto un luogo, lo vive intensamente e con amore.

Partendo da est oppure da nord, dal monte o dalla valle, tutti i tragitti portano all’antica Cora, custode dei reperti più importanti del passato, con il suo caratteristico reticolo di viuzze e piazzette. Viuzze e piazzette per le quali i danesi coresi, una colonia cresciuta nel tempo grazie alla loro stessa promozione turistica in patria, hanno mostrato una spiccata predilezione fin dal loro arrivo. Dopo le prime isolate avanscoperte, iniziò l’insediamento stagionale sul territorio, accompagnato da un autonomo processo di rivitalizzazione e valorizzazione dei centri storici grazie all’acquisto e alla ristrutturazione di vecchie case disabitate, rispettando la simbiosi con l’ambiente circostante. Il quartiere di San Michele ne è l’esempio: praticamente abbandonato, è stato rimesso a nuovo e ripopolato.