Ricette tipiche di Cori - Scoprire Cori
Qualche ricetta tipica di Cori per portare con voi un po’ di sapori di Cori ovunque siate.
ricette tipiche Cori, mustaccioli ricetta, minestra cóllo pane sotto, erbe spontanee ricette
991
page,page-id-991,page-child,parent-pageid-176,page-template,page-template-page_tags,page-template-page_tags-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-7.8,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 

Ricette a fior di labbra

Se è vero che si viaggia anche stando a tavola, ecco le ricette tipiche per portare con voi un po’ di sapori di Cori ovunque siate. Tutte le dosi sono per 4 persone.

 

Fettuccine con durelli di pollo

Vi servono:

  • 4,8 etti di fettuccine all’uovo fresche
  • 3 etti di durelli di pollo
  • pomodoro
  • aglio
  • alloro
  • peperoncino
  • olio
  • sale a piacere

 

Preparazione

Fate soffriggere in un tegame con l’olio l’aglio e il peperoncino, poi aggiungete le foglie di alloro e il pomodoro. Versate nel tegame i durelli o “crocili”, come si dice a Giulianello, aggiungete acqua quanto basta e mettetevi l’anima in pace: dovranno cuocere almeno 2 ore. A fine cottura, versate il sugo sulle fettuccine che avrete lessato nel frattempo.

 

Abbacchio alla cacciatora

Vi servono:

  • 12 etti di abbacchio (di razza sopravvissana, se volete fare le cose per bene)
  • aglio
  • peperoncino
  • rosmarino
  • aceto e vino quanto basta per coprire la carne
  • sale a piacere

 

Preparazione

In un tegame abbastanza largo da contenere la carne, fate soffriggere in olio l’aglio e il peperoncino, poi aggiungete il rosmarino e l’abbacchio. Salate e irrorate la carne con un misto di aceto e vino fino a coprirla a metà. Lasciate cuocere finché il liquido non si sarà ritirato, o comunque finché la carne non sarà tenera.

 

Cicoriette selvatiche con pesto di aglio e alici

Vi servono:

  • 1 chilo di cicoriette
  • aglio
  • alici
  • olio
  • aceto

 

Preparazione

Pulite e lavate le cicoriette. Poi preparate la salsa, simile a quella che si usa per le puntarelle nella cucina romana: nel pestello fate un battuto di alici e aglio, infine aggiungete olio e aceto e versate tutto sulle cicoriette. Un piatto veloce, leggero e gustoso.

 

Borragine fritta

Vi servono:

  • farina di grano tenero e riso
  • acqua frizzante (fredda)
  • olio extravergine d’oliva
  • 12 foglie di borragine

 

Preparazione

Tenete le foglie in acqua fredda per 2 ore, affinché restino croccanti. Nel frattempo, preparate la pastella mescolando la farina di grano tenero e riso con acqua fredda molto frizzante. Passate le foglie nella pastella e friggete in olio evo a 170°.

 

Borragine ripiena

Vi servono:

  • 1 mozzarella fior di latte
  • peperoncino
  • olio extravergine d’oliva
  • 24 foglie di borragine
  • farina di grano tenero e riso
  • acqua frizzante (fredda)

 

Preparazione

Su una foglia di borragine ponete una fetta di mozzarella (dopo averla lasciata scolare), poi aggiungete un’acciuga e un po’ di peperoncino. Sovrapponete un’altra foglia, disponendola perpendicolarmente all’altra, e chiudete a fagottino con degli stuzzicadenti. Preparate la pastella mescolando la farina di grano tenero e riso con l’acqua frizzante, bagnateci i fagottini e friggete in olio evo a 170°. Infine, prima di servire togliete gli stuzzicadenti.