I vini di Cori tra Doc e Igt - Scoprire Cori
I vini di Cori vantano le Doc Cori Rosso e Cori Bianco, ma anche la Doc Castelli Romani, la denominazione Igt Lazio e numerosi premi e riconoscimenti.
vini Cori, Cori Doc, Nero Buono Cori
179
page,page-id-179,page-parent,page-child,parent-pageid-176,page-template,page-template-page_tags,page-template-page_tags-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-7.8,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 

I vini di Cori tra Doc e Igt

Non avrete davvero visto Cori senza un giro delle sue cantine. Fiore all’occhiello della produzione locale, i vini di Cori vantano le Doc Cori Rosso e Cori Bianco, ma anche la denominazione Igt Lazio e una lista di premi e riconoscimenti sempre più lunga.

 

Lo dicevano già Marziale e Ovidio, lo ha sostenuto di recente Slow Food e lo confermano i numerosi premi e riconoscimenti alle cantine coresi: i vini di Cori sono vini di qualità. Per questo si sono conquistati un posto d’onore tra i vini del Lazio e oggi Cori è uno dei centri principali della Strada del Vino e dell’Olio della Provincia di Latina. Il merito è delle colline e del clima, certo, ma anche di chi ha saputo investire e rischiare per rivalutare i vitigni autoctoni: Nero Buono, Cesanese, Bellone, Greco, Trebbiano Giallo, a cui si aggiungono Montepulciano, Trebbiano Toscano e Malvasia.

 

La Doc Cori

Cori vanta una Doc tutta sua, che abbraccia il Cori Bianco Doc e il Cori Rosso Doc, ma anche il Cori Bellone e il Cori Nero Buono, prodotti esclusivamente dai vitigni del posto. Il Cori Bianco Doc (Bellone min 50%, Malvasia del Lazio e Greco Bianco) di colore giallo paglierino e dal sapore secco e strutturato, è il compagno perfetto di pesce, verdure e formaggi freschi. Il Cori Rosso Doc (Nero Buono min 50%, Montepulciano, Cesanese) è un vino secco rosso rubino, fruttato e persistente, che dà il meglio di sé con carni rosse e formaggi stagionati.

 

I vini Igt Lazio

Ma la Doc non è tutto: numerosi sono i vini coresi a denominazione Igt Lazio, e non sono certo da meno dei Doc. Spesso, infatti, si tratta di una scelta deliberata dei produttori: optare per un disciplinare meno vincolante permette maggiore libertà di sperimentazione, con risultati notevoli. Siete curiosi? Allora non ripartite senza un giro delle cantine coresi.

 

cantine_vinicole2

Le cantine coresi