Gli affreschi dell’oratorio della SS. Annunziata - Scoprire Cori
Gli affreschi della SS. Annunziata sono uno splendido esempio di pittura quattrocentesca, con un’atmosfera unica.
Affreschi Annunziata Cori
54
page,page-id-54,page-child,parent-pageid-16,page-template,page-template-page_tags,page-template-page_tags-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-7.8,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 

Gli affreschi dell’oratorio della SS. Annunziata

Gli affreschi della SS. Annunziata, splendido esempio di pittura quattrocentesca, vi avvolgeranno in un’atmosfera unica.

 

Entrate, e lasciatevi alle spalle il mondo moderno e la via trafficata. L’oratorio dell’Annunziata vi riporterà indietro nel tempo, fino al Quattrocento. L’interno è interamente affrescato con scene del Vecchio e del Nuovo Testamento, separate da sottili colonne corinzie. A giudicare dagli stemmi dipinti, si sono succedute diverse fasi di realizzazione.

 

Le prime due fasi

Sulla parete di fondo, l’Annunciazione e l’Adorazione dei Magi e dei pastori. Sulla volta, episodi dell’Antico Testamento. Queste scene sono state dipinte per prime, negli anni della costruzione dell’oratorio. Anche se sono state completamente ridipinte, si vedono le tracce di uno stile ancora arcaico, di un maestro laziale di origine umbra con influenze bizantine.

Sulla parte inferiore sono rappresentati gli Apostoli, opera di un maestro tardogotico di levatura superiore.

 

Il gran finale

Infine, sulle pareti laterali sono raffigurate le Piaghe d’Egitto, il Passaggio del Mar Rosso, la Porta del Paradiso e le scene della passione di Cristo nella parte bassa. Sulla parete d’ingresso, il Giudizio Universale. Autori del ciclo sono Pietro Coleberti da Priverno e un suo collaboratore.

 

Gli stemmi dei committenti

Per la prima fase, il committente è il cardinale Pedro Fernández de Frías: non a caso, accanto all’Annunciazione campeggia il suo stemma. Per gli Apostoli, le pareti laterali e la parete d’ingresso, i committenti furono il Comune di Cori e i cardinali Alfonso Carrillo de Albornoz e Juan Cervantes de Lora, tra il 1420 e la metà del secolo. Notate i loro stemmi, rispettivamente un castello dorato in campo rosso e due cerve in campo verde, sopra la finestra vicina all’altare. Al centro, lo stemma del regno di Castiglia e León.

 

Il mistero dei visitatori spagnoli

Sulla fascia inferiore sono ancora visibili le firme graffite dai molti viaggiatori spagnoli che visitarono gli affreschi della SS. Annunziata nei decenni successivi, ma ancora oggi sul motivo di tanto interesse ci sono solo supposizioni.

 

Orari di visita dell’oratorio della SS. Annunziata